redazione

Informazioni personali
Città: Prato
Data di nascita: 30 Novembre 1999
Sito web: http://scuolamagazine.it/
Per contattare l'utente
Domenica 09 Maggio 2010 // Firenze

LAVORO E DISOCCUPAZIONE IN TOSCANA, TUTTI I DATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2010


L’Assessore Simoni: “La situazione di crisi del 2009 permane e si aggrava. I dati dell’Osservatorio del Mercato del lavoro a disposizione in tempo reale anche per i Comuni”

 

Crisi aziendali, cassa integrazione, avviamenti al lavoro, iscrizioni alle liste di immediata disponibilità dei Centri per l’impiego. L’Assessore provinciale a Lavoro e Formazione Elisa Simoni ha presentato questa mattina in conferenza stampa i dati relativi al primo trimestre 2010, “che, in linea generale – dice l’Assessore Simoni – mostrano il permanere e l’aggravarsi della crisi economica già registrata nel 2009. L’analisi è resa possibile grazie ai dati che arrivano dai Centri per l’impiego situati nell’intera provincia di Firenze ed esaminati dalla Direzione Lavoro di Palazzo Medici”. Oltre alla presentazione del quadro generale del mercato del lavoro, sono state annunciate diverse novità.
“Abbiamo ritenuto di basilare importanza consentire anche alle amministrazioni locali un accesso riservato alla visione dei dati dei Centri per l’impiego – afferma Elisa Simoni - Per questo abbiamo aggiunto nuove funzionalità all’Osservatorio permanente del Mercato del Lavoro online. Da oggi in poi, grazie alle credenziali di accesso consegnate, i Sindaci dei Comuni potranno vedere in tempo reale gli aggiornamenti su avviamenti e crisi aziendali, confrontando i numeri della popolazione dei lavoratori del loro comune con tutti gli indicatori principali per l’analisi dell’andamento dell’occupazione nel territorio”.
“Riteniamo fondamentale un’analisi costante dei dati che ci arrivano dei Centri per l’impiego del territorio – ha spiegato l’Assessore Simoni – Sono numeri che ci aiutano a capire la dura realtà economica che stiamo attraversando e che contribuiscono all’ideazione delle politiche a sostegno dell’occupazione che da mesi continuiamo a promuovere”.

I DATI

Cassa integrazione. Nei primi tre mesi del 2010 le ore di cassa integrazione ordinaria concesse alle imprese del territorio provinciale ammontano ad oltre un milione (1.008.413) e rappresentano il 24,97% del totale delle ore richieste dalle imprese della Toscana.
Per quanto riguarda la cassa integrazione straordinaria ed in deroga, le ore ammontano a 1.443.999 e rappresentano il 21,25% del totale. Rispetto allo stesso trimestre del 2009, il ricorso alla cassa integrazione straordinaria è cresciuto del +736%. In forte progressione anche la cassa integrazione ordinaria, aumentata dell’87%.
Le procedure per crisi aziendali. Nei primi tre mesi del 2010 sono state aperte 73 procedure per crisi aziendali. Le zone maggiormente coinvolte sono:
- Firenze: con 15 unità produttive e 543 lavoratori interessati
- Sesto Fiorentino, con 14 aziende e 468 addetti coinvolti
- Empoli, con 15 aziende e 286 lavoratori coinvolti.
In totale, gli addetti interessati dalle procedure di crisi aziendali nel territorio provinciale sono 2196.
Avviamenti. Nei primi tre mesi del 2010 gli avviamenti al lavoro sono stati 42.692. Rispetto allo stesso periodo del 2009 sono diminuiti di 3.575 unità, pari a -7,7%.
Per quanto riguarda il Cpi di San Casciano si registra una sostanziale omogeneità tra il primo trimestre 2009 ed il 2010. Il numero dei movimenti passa infatti da 2.660 del primo trimestre del 2009 a 2.568 del 2010 con una leggera flessione di 92 rapporti di lavoro, pari ad un meno 3,5%.
Emerge una flessione significativa per quanto riguarda l’avviamento al lavoro delle donne. Al momento il dato è di 3.481 avviamenti in meno rispetto al trimestre gennaio-marzo 2009. Occorre però tenere presente che il dato relativo al primo trimestre del 2010 non può essere considerato definitivo, in quanto la procedura telematica delle comunicazioni riguardanti le assistenti familiari e le agenzie di somministrazione, a differenza delle altre, stabilisce che il destinatario di tali comunicazioni sia il Ministero del Lavoro, che poi le reindirizza successivamente alle Regioni di competenza, causando così un disallineamento con le altre comunicazioni. E’ pertanto logico presupporre che il dato di genere della componente femminile sia sottostimato.
I lavoratori stranieri. Nel periodo in oggetto, il numero degli avviamenti dei lavoratori stranieri nella provincia di Firenze subisce una flessione del 23%, rispetto allo stesso periodo del 2009 e passano da 11.722 a 9.789.
Per quanto riguarda il Cpi di San Casciano, si registra le stessa tendenza dell’intera provincia. Relativamente alla composizione di genere notiamo nel Chianti una forte presenza di avviamenti di lavoratori stranieri maschi, richiesti dal settore agricolo.
Le macroaree maggiormente interessate dagli avviamenti al lavoro, relativamente al Cpi di San Casciano, sono l’agricoltura, con 1080 avviamenti (42% del totale); le attività manifatturiere, con 295 rapporti di lavoro (11% del totale); i servizi per ristorazione ed alloggi, con 210 movimenti (8% del totale).
Lavoratori in cassa integrazione. Al 31 dicembre 2009 i lavoratori inseriti in cassa integrazione in deroga erano 2.273. Nel trimestre gennaio–marzo 2010 hanno utilizzato questo ammortizzatore sociale altri 1.156 lavoratori, per un totale di 3.429 unità.
Le imprese del Cpi di San Casciano hanno utilizzato in maniera ridotta la cassa integrazione in deroga: infatti al 31 marzo 2010 sono complessivamente 268, pari al 7,8% dell’intera provincia.
Per quanto riguarda Firenze, le qualifiche più ricercate numericamente più rappresentative che emergono dal confronto del totale degli avviamenti al lavoro sono fortemente collegate al turismo: camerieri, cuochi, commessi. Nella zona del Chianti rileviamo una forte richiesta di rapporti di lavoro relativi ai braccianti agricoli che rappresentano oltre il 50% del totale della Provincia.
Il Tavolo del Cotto. Nel corso della conferenza stampa è stata annunciata ufficialmente anche la nascita del Tavolo del Cotto a sostegno dei lavoratori di questo comparto così importante per i Comuni del Chianti. La prima riunione del tavolo istituzionale, coordinato dalla Provincia di Firenze, è fissata per il 18 maggio a Impruneta.

Aggiornamenti continui su www.provincia.fi.it/lavoro/osservatorio-del-lavoro