redazione

Informazioni personali
Città: Prato
Data di nascita: 30 Novembre 1999
Sito web: http://scuolamagazine.it/
Per contattare l'utente
Domenica 16 Ottobre 2011 // Aosta

APPROVAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO DEI LAVORI DI RESTAURO E ALLESTIMENTO MUSEALE DEL CASTELLO DI AYMAVILLES

DICHIARAZIONE
 
“Con l’approvazione del progetto esecutivo dei lavori di restauro e allestimento museale del Castello di Aymavilles, - dichiara l’Assessore Laurent Viérin – poniamo l’ultimo tassello propedeutico alla definitiva ‘Restitution’ di questo importante bene, al fine della sua definitiva apertura. Questo intervento e la piena fruizione del castello si inserisce nella politica dell’assessorato che tende a riconsegnare il patrimonio culturale alla comunità rendendo finalmente fruibili tutti i castelli e i siti culturali della Valle, creando una rete dei manieri e dei beni culturali presenti sul territorio, favorendo il turismo culturale, che è in costante aumento, e le ricadute, anche economiche e di indotto che esso sta generando sul territorio.
 
Stiamo lavorando in questa direzione – prosegue l’Assessore Viérin -   ed i dati, che in soli due anni hanno visto raddoppiare le presenze di coloro che accedono all’offerta culturale estiva che proponiamo, ci incoraggiano a proseguire su questa strada, allo scopo di promuovere politiche finalizzate alla tutela dei beni culturali e progetti di valorizzazione, per permetterne la fruizione e conciliare le esigenze di tutela con la necessità di comunicare con il grande pubblico, e lo sviluppo del territorio, con la salvaguardia, il recupero e la fruibilità delle testimonianze del passato ampliando così l’offerta turistico-culturale.”
 
 
 Questo intervento – conclude l’Assessore Viérin - andrà ad aggiungere un tassello alla la rete di castelli e beni culturali presenti sul territorio valdostano e della zona di riferimento, quali i castelli di Sarre, Saint-Pierre ed Introd e si aggiunge ai lavori di “restituito” del castello di Quart, di Arnad e dei siti di Pont d’Ael e della Porta Paetoria, questi ultimi oggetto degli investimenti in cui l’Assessorato è impegnato, creano un polo turistico-culturale di importanza strategica.
 
FILOSOFIA DEL RESTAURO
La conclusione della fase progettuale del complesso intervento di restauro interno e allestimento museografico del Castello di Aymavilles, destinato a proporre una visita dell’architettura del castello ambientata alla fine del settecento e contestualmente a contenere ed esporre la collezione dell’Académie de Saint-Anselme, è un ulteriore importante tassello nella filosofia della Restitution. L’intervento permetterà, con due lotti un primo di lavori edili, restauro pittorico, impianti e strutture ed un secondo di allestimento museale, di riaprire il Castello e restituirlo alla popolazione nel 2015 ed inserirlo nella rete dei beni culturali.
Il Castello di Aymavilles completerà infatti la rete dei beni culturali (Castelli) insieme a Sarre, Sarriod de la Tour, Verrès, Fénis e Issogne che con Quart, Arnad e Pont d'Ael costituiscono gli investimenti in cui l'Assessorato è impegnato.
 
PROGETTO DEFINITIVO
Il progetto definitivo è stato approvato con DGR n. 2098 del 30 luglio 2010, per un ammontare netto dei lavori di Euro 9.400.000,00, Iva e somme a disposizione dell’amministrazione escluse.
 
AUTORIZZAZIONI
Il progetto definitivo ha ottenuto la concessione edilizia del Comune di Aymavilles n.53/2010 del 01/12/2010 .
Il progetto esecutivo ha ottenuto il nulla osta definitivo dal Comando dei vigili del fuoco regionali con ultima nota del 03 febbraio 2011.
Rapporti di validazione emessi dalla società ITALSOCOTEC, di Roma, tra luglio e settembre 2011.
 
INTERVENTO
L’importo dell’intervento complessivo sul Castello, costituito da un primo lotto di lavori edili, restauro pittorico, impianti e strutture, e di un secondo lotto di allestimenti museografici, ammonta a Euro 9.568.511,44, comprensivo degli oneri della sicurezza, di cui Euro 8.376.910,00 afferenti al I Lotto e Euro 1.191.601,44 per il II Lotto, oltre a ulteriori Euro 835.000,00, IVA ed oneri inclusi, per somme a disposizione dell’Amministrazione.
Interventi previsti:
·          il consolidamento dei solai;
·          l’inserimento delle tecnologie necessarie per la sicurezza del monumento e adeguate alle nuove destinazioni d’uso con la realizzazione di vani interrati per l’allocazione delle centrali tecnologiche al di fuori del monumento;
·          la previsione dell’esecuzione di un impianto di riscaldamento a pavimento con l’utilizzo di un sistema di produzione di acqua calda con l’ausilio delle sonde geotermiche;
·          il restauro scientifico degli apparati decorativi interni e delle superfici lignee decorate nonché delle pavimentazioni lignee e lapidee esistenti;
·          l’inserimento di un nuovo vano scala ascensore all’interno di una torre per garantire la visibilità dell’intero monumento;
·          l’inserimento di un adeguata illuminazione esterna e la progettazione di percorsi di accesso agevoli;
·          realizzazione vani interrati per il posizionamento delle centrali tecnologiche e i servizi per il pubblico con acceso dall’area verde
·          realizzazione cabina deval per fornitura energia elettrica necessaria
·          l’allestimento delle sale espositive.